MOZIONE GRIN TFA

Il GRIN apprezza lo sforzo del Ministero per organizzare, tramite i TFA, un percorso qualificato per l’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria: in particolare ritiene che esso vada nella giusta direzione di riduzione del precariato, riconoscimento del merito e svecchiamento del corpo docente.

Il GRIN ritiene invece che il prospettato percorso parallello da riservarsi ad abilitandi cui non viene richiesto il superamento di alcuna prova di selezione, sarebbe in totale contrasto con gli obiettivi di cui sopra. Infatti, oltre a sovraccaricare ulteriormente le Università che già stanno faticosamente impegnandosi nell’organizzazione dei TFA, l’immissione di candidati, in numero difficile da prevedere, ma ragionevolmente più alto di quello dei posti aperti alla selezione (che nel caso della classe A042 Informatica, ricordiamo, è fissato in poche decine di studenti), annullerebbe certamente gli effetti positivo sulla programmazione dell’accesso all’insegnamento.

Il GRIN rinnova gli auspici affinché al più presto si definiscano stabili e rigorosi percorsi formativi a livello universitario per la formazione degli insegnanti della scuola secondaria, così come previsto dal DM 249/2010.