Assemblea Annuale GRIN 2012
Milano, 8 novembre 2012
Dipartimento di Matematica – Università degli Studi di Milano
(Scarica presentazione)

Ordine del giorno

1. Comunicazioni

2. Questioni riguardanti la didattica

 a- Situazione Bollino GRIN 2012

 b- Situazione TFA  

 c- Designazione di due membri informatici all'interno del Direttivo  della conferenza con.Scienze

3. Questioni riguardanti la ricerca

 a- Relazione commissione scientifica su Valutazione della ricerca

 b- Discussione sulla prossima scuola di dottorato

 c- Discussione sui temi dell'abilitazione

 d- Valutazione dei progetti PRIN e FIRB di INF/01

4. Rapporti con altri organismi

5. Varie ed eventuali

 

 

VERBALE

Sono presenti i seguenti 56 membri GRIN con le deleghe indicate fra parentesi:

AQUILA: G. Proietti (20);

BARI: F. Esposito (9), A.M. Fanelli (27);

BOLOGNA: P. Ciancarini, M. Gabbrielli, G. Zavattaro (22);

CAGLIARI: N. Dessì (6), R. Scateni;

CAMERINO: E. Merelli (10 di cui 5 della sede di Urbino);

CATANIA: G. Nicosia (22);

CHIETI: C. Meo (1), F. Scozzari (3);

COSENZA: N. Leone (13);

FERRARA: L. Tomassetti;

FIRENZE: M. Boreale (9 di cui 3 della sede IMT Lucca);

GENOVA: E. Moggi (4 di cui 1 della sede di Bolzano), G. Delzanno (7), E. Puppo (7);

INSUBRIA: B. Carminati (1), C. Gentile (2), A. Trombetta;

MODENA-REGGIO EMILIA: M. Villani (6);

MILANO-BICOCCA: G. Mauri (22), C. Simone (1);

MILANO: S.Castano (40 di cui 1 della sede di Palermo), S. Cimato (1), E. Damiani, A. Ferrara, M. Goldwurm,

   G. Haus, V. Lonati (1), S. Montanelli, M. Santini;

MESSINA: A. Provetti – dalle 14,30

NAPOLI Federico II: P. Bonatti (14);

PADOVA: A. Sperduti (11);

PARMA: G. Rossi (4);

PERUGIA: M.C. Pinotti (2);

PIEMONTE ORIENTALE: G. Franceschinis (12);

PISA: P. Degano, G. Ghelli (22), N. Pisanti, F. Turini;

ROMA Sapienza: L. Mancini (9), A. Mei;

ROMA Tor Vergata: E.Nardelli;

SALERNO: V. Auletta (37), C. Blundo;

TORINO: B. Demo (1), L. Console (16);

TRENTO: P. Quaglia (3);

UDINE: L. Chittaro (7), A. Montanari (2);

VENEZIA: S. Orlando (8);

VERONA: U. Solitro, F. Spoto (16);

 

per un totale di 398 deleghe per le seguenti sedi:

Aquila (20), Bari (37), Bologna (22), Bolzano (1), Cagliari (6), Camerino (5), Catania (22), Chieti (4), Cosenza (13), Firenze (6), Genova (18), IMT Lucca (3), Insubria (3), Milano-Bicocca (23), Milano (41), Modena-Reggio Emilia (6), Napoli Federico II (14), Padova (11), Parma (4), Palermo (1), Perugia (2), Piemonte-Orientale (12), Pisa (22), Roma-Sapienza (9), Salerno (37), Torino (17), Trento (3), Udine (9), Urbino (5), Venezia (8), Verona (16).

I lavori iniziano alle ore 10.45.

Il presidente chiede di poter anticipare il punto 4 subito dopo il punto 2 e il punto 3b prima del 3a al fine di dedicare tutto il tempo rimanente alla discussione dei vari punti relativi alla valutazione. L’assemblea è d’accordo.

Comunicazioni.

Elezioni CUN. Sono indette votazioni per il parziale rinnovo del CUN aree 01-02-04-06-08-011 e 14 nei giorni 9 -12 gennaio 2013. Candidature di area 01 (condivise da matematici e informatici e pubblicate nei rispettivi siti UMI e GRIN): prof.Marco ABATE (Università di Pisa), prof. Riccardo SCATENI (Università di Cagliari), dott. Claudia ARCHETTI (Università di Brescia). Il presidente ringrazia il prof. Gabriele Anzellotti e il dott. Pietro Cenciarelli per l’impegno dedicato negli scorsi anni e l’ottimo lavoro svolto. Ringrazia anche il prof. Riccardo Scateni per l’attività iniziata lo scorso anno molto apprezzata non solo dal GRIN ma anche dai colleghi matematici e per aver rinnovato la sua disponibilità a ricandidarsi.

Segnalazione variazioni di sede. Tutte le sedi sono invitate a segnalare le variazioni intervenute a seguito della applicazione della Legge 240/2010 all’indirizzo email variazioni@grin-informatica.it, con riferimento a variazioni di: denominazione del dipartimento, direttore, presidenti collegi didattici. Il Presidente manderà opportuno messaggio di richiesta alla lista grin.

2. Didattica

2.a. Situazione Bollino GRIN 2012

Intervento di Luigi V. Mancini, Presidente della Commissione Didattica.

E' stato riattivato per l'anno 2012 il processo di certificazione "bollino GRIN" per i corsi di Laurea in Informatica. Le sedi hanno incontrato molte difficoltà nel fornire i dati, sostanzialmente legate al transitorio conseguente alla ristrutturazione dei Corsi di Laurea e dei Dipartimenti in atto in Italia. Nonostante la situazione, la risposta dei responsabili dei corsi di Laurea in Informatica è stata molto positiva, come dimostrato dai dati di sintesi seguito riportati.

 

Corsi di laurea TRIENNALE in Informatica: sono stati certificati 46 percorsi corrispondenti a 37 corsi di laurea. La partecipazione è stata molto ampia considerando che sul sito MIUR dell'offerta formativa risultano 49 corsi di laurea in L-31. In particolare, non hanno presentato richiesta di certificazione i corsi di laurea di Roma Tor Vergata e di Verona (Informatica) per problemi legati alla riorganizzazione, ed inoltre le seguenti 6 sedi per carenza del requisito sul numero di docenti (necessari almeno 8): Ferrara (in servizio 2), Messina (6), Molise (4), Parma (7), Potenza (2 + 3 Ing-Inf/05), Urbino (2 + 2 Ing-Inf/05).

 

Corsi di laurea INTERDISCIPLINARE in Informatica: sono stati certificati 2 corsi di laurea: Milano - Informatica Musicale e Milano - Comunicazione Digitale, mentre non ha presentato richiesta il corso di laurea di Verona (Bioinformatica).

 

Corsi di laurea MAGISTRALE in Informatica: sono stati certificati 40 percorsi corrispondenti a 22 corsi di laurea. Sul sito MIUR dell'offerta formativa risultano 35 corsi di laurea in LM-18. In particolare, non hanno presentato richiesta di certificazione 9 sedi: L'Aquila, Tor Vergata, Udine – Informatica, Udine (sede di Pordenone) - Comunicazione Multimediale e Tecnologie dell'Informazione (interclasse LM-19 Informazione e sistemi editoriali ), Bologna (sede di Cesena) Ingegneria e Scienze Informatiche (interclasse LM-32 Ingegneria Informatica), Pisa - Informatica e Networking, Pisa - Informatica ed Economia per le Aziende, Verona - Informatica (interclasse LM-32 Ingegneria Informatica). Inoltre, per carenza del requisito sul numero di docenti, non hanno presentato richiesta di certificazione i corsi di laurea magistrale di Messina e Napoli Parthenope.

 

La Commissione didattica GRIN attiverà un lavoro nei prossimi mesi di analisi dei dati raccolti sul sito bollino GRIN. Questa attività fra l'altro cercherà di individuare quali contenuti delle lauree in Informatica dovrebbero essere ulteriormente presenti per ottenere il bollino GRIN. Al momento, le sottoaree che classificano i contenuti legati alle discipline informatiche sono state definite almeno da 10 anni e dunque sembra necessario rivederle e aggiungerne di nuove in modo da adeguarle allo sviluppo scientifico e tecnologico degli ultimi anni.

La Commissione didattica GRIN prenderà  in considerazione, e riporterà le conclusioni in assemblea GRIN, se sia opportuno introdurre un elemento prescrittivo che richieda una presenza minima di sottoaree all'interno degli insegnamenti offerti.

2b. Situazione TFA
 

Intervento di Barbara Demo, Responsabile GdL Informatica e Scuola. Vedere i lucidi di presentazione (Allegato A).

Il Presidente auspica una maggiore sensibilità sui temi della didattica dell’informatica nelle scuole e la formazione degli insegnanti nell’ambito del GRIN anche tenendo conto di quanto appena riferito sulle “Indicazioni nazionali per le scuole dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione” del 4/9/2012 dove i linguaggi di programmazione sono introdotti per la prima volta (seppure non obbligatoriamente) nella scuola primaria e nella secondaria di primo grado.

2c. Designazione di due membri informatici all'interno del Direttivo  della conferenza con.Scienze

Il Presidente introduce il prof. Carlo Maria Bertoni (Università di Modena e Reggio Emilia) – Presidente con.Scienze.

Intervento del prof. Bertoni sul nuovo statuto di con.Scienze e il ruolo che con.Scienze vuole avere alla luce del nuovo assetto basato su dipartimenti degli atenei a seguito della applicazione della legge 240/2010 (vedi Allegato B).

Il Presidente comunica che, sentiti i direttori e delegati di informatica, sono designati quali rappresentanti nel direttivo con.Scienze il prof. Franco Fummi (direttore Dip. Informatica – Verona) e il prof. Goffredo Haus (direttore Dip. Informatica – Milano). L’assemblea approva all’unanimità.

 

  1. 4.Rapporti con altri organismi 

Intervento di Paolo Ciancarini sul CINI

Il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica (CINI) ha rinnovato il suo statuto e sta rinnovando i suoi organi, in particolare il Consiglio Direttivo (CD), che è composto dai rappresentanti degli atenei consorziati. Tutti i membri del CD per statuto sono docenti dei raggruppamenti INF/01 e ING-INF/05. Il nuovo statuto permette che nel prossimo CD siedano un rappresentante GRIN ed uno GII.

E' dunque opportuno che il GRIN provveda a selezionare un proprio rappresentante.

Il prossimo CD dovrebbe entrare in carica nel gennaio del 2013.

Intervento di Enrico Nardelli su Informatics Europe e Eqanie

Vedere i lucidi di presentazione (Allegato C)

Intervento di Riccardo Scateni su CUN.

Scateni fornisce alcuni aggiornamenti sulla situazione dell’abilitazione scientifica nazionale.

 

3. Ricerca

3a. Discussione sulla prossima scuola di dottorato  

Intervento di Pierpaolo Degano (coordinatore nazionale dei dottorati in Informatica)

Degano presenta brevemente la possibilità di istituire una scuola dottorato a comune con GII e CINI, che fornirebbe anche supporto finanziario. La proposta del GII prevede corsi su tematiche non strettamente informatiche, come proprietà intellettuale e trasferimento tecnologico. L'assemblea dei direttori dei dottorati ha espresso delle critiche al riguardo, in quanto si ritiene essenziale preservare la natura strettamente informatica dell'evento; tuttavia è favorevole a una scuola congiunta.

L'Assemblea ritiene positiva l'organizzazione di tale scuola congiunta e delega Gabbrielli e Degano a continuare la discussione con Prinetto e San Pietro, a ciò delegati da GII e CINI.

3d. Valutazione dei progetti PRIN e FIRB di INF/01


Viene anticipato il punto relativo ai PRIN e FIRB per avere un unico spazio successivamente da dedicare ai temi della valutazione e abilitazione scientifica.

Il Presidente illustra brevemente gli esiti della valutazione delle proposte PRIN e FIRB. Sul fronte PRIN la situazione è soddisfacente, 5 progetti su 12 finanziati di area 01 sono informatici. Sul fronte FIRB la situazione è decisamente peggiore in quanto nessuno dei soli 3 progetti ammessi all’audizione è risultato finanziato alla fine dei lavori di audizione. Si apre una ampia discussione.

Si dà mandato al presidente di inviare una lettera di segnalazione molto preoccupata di questa situazione di completo non-finanziamento dell’area della Computer Science & Informatics, dovuta anche alla rappresentanza del tutto assente dell’informatica nei comitati di selezione.

3b. Relazione su valutazione della ricerca


3c. Discussione su abilitazione

Il Presidente comunica che i due punti sono correlati e si farà una discussione comune. Il Presidente illustra brevemente le attività promosse nell’ultimo anno dal GRIN sui temi della valutazione della ricerca in Informatica, dalla costituzione del GdL al workshop dell’8 maggio 2012 a cui la gran parte delle sedi ha partecipato. Per concretizzare queste attività, anche nello specifico momento in cui ci troviamo rispetto al processo di abilitazione scientifica nazionale, facendo seguito a quanto stabilito nel workshop di maggio, è stato prodotto a cura della Commissione Scientifica e della Giunta GRIN il manifesto sulla valutazione dal titolo Uso di indicatori nella valutazione della ricerca in Informatica: alcune linee-guida del GRIN. L’obiettivo è poter disporre di un manifesto condiviso dalla comunità GRIN che rispecchi la posizione del GRIN sul ruolo e uso degli indicatori nella valutazione della ricerca attraverso sia linee-guida di carattere generale sia criteri più specifici del settore. Il manifesto è stato diffuso a tutti i soci prima dell’assemblea allo scopo di discuterne e metterlo in approvazione all’assemblea odierna.

Si apre una ampia e partecipata discussione, anche rispetto alla situazione dell’abilitazione scientifica nazionale. Nadia Pisanti solleva la questione dell’impatto dei periodi di congedo nel calcolo degli indicatori. Viene quindi proposto un emendamento al manifesto che consiste nell’aggiunta della seguente linea-guida generale:

  • - Periodo temporale di riferimento: il calcolo e l’uso degli indicatori devono tenere conto dei periodi di interruzione nell’attività di ricerca e delle relative motivazioni, con particolare attenzione ai periodi di congedo obbligatorio. 

L’assemblea approva all’unanimità.

Il manifesto emendato viene posto in approvazione. L’assemblea approva all’unanimità. Il manifesto approvato sarà reso pubblico sul sito GRIN dal Presidente con comunicazione alla mailing list grin.

Il manifesto potrà risultare utile anche in vista delle attività delle commissioni di abilitazione nazionale. Rispetto a questo specifico argomento, il Presidente ricorda che il GRIN ha appoggiato esplicitamente attraverso una sua mozione (pubblicata anche su roars http://www.roars.it/online/mozione-grin-sulle-abilitazioni-scientifiche-nazionali/) le mozioni CUN di settembre di richiesta al Ministro di maggior trasparenza e chiarezza sulle condizioni di partecipazione dei candidati alle procedure di abilitazione nazionale. Non essendoci stato un atto del Ministro, che è orami assai improbabile che vi sia, viene portata in assemblea la richiesta che il GRIN faccia una mozione in cui si auspica che la commissione di abilitazione INF/01, qualsiasi essa sarà, si avvalga della disposizione dell'art 6 del DM 76/2012 di poter derogare dalla valutazione dell'impatto, dandone specifica motivazione prima e,  poi, nel giudizio dei candidati. Questo auspicio è motivato non solo dalla convinzione dei membri del GRIN che nessuna valutazione possa mai utilizzare una combinazione di indicatori bibliometrici in modo automatico, neppure come condizione solo necessaria, senza una valutazione effettiva ed una assunzione di responsabilità da parte dell’esperto che effettua la valutazione, ma anche dai problemi di scarsa validità delle banche dati usate in questo specifico concorso per il nostro specifico settore, come descritto nel documento approvato dall’assemblea e nei documenti da esso citati.

La richiesta viene approvata all’unanimità. Il Presidente preparerà la mozione.

In chiusura, c’è una breve presentazione di Alfio Ferrara del GdL valutazione sui primi risultati ottenuti dal repository dei prodotti della ricerca raccolti dal GdL nella prima parte del suo mandato (Allegato D). In particolare sono brevemente illustrati e commentati alcuni parametri di copertura delle principali banche dati, DBLP, ISI WoS, Scopus, Microsoft Academics rispetto alle sedi di pubblicazione, parametri da considerarsi preliminari che necessitano di ulteriori raffinamenti legati principalmente al miglioramento della qualità dei dati. Il GdL continuerà la sua attività di analisi del repository.

5. Varie e eventuali

Nessuna.

La seduta è tolta alle 16,30.

 

Rivisto e approvato da:

S. Castano,  B. Demo, P. Ciancarini, P. Degano, G. Ghelli, Luigi V. Mancini, E. Nardelli, R. Scateni

Novembre 2012